In data 18 settembre 2015 il Messaggero Veneto ha pubblicato un breve articolo di Gino Grillo che riporta  il parere di Luigi Cortolezzis, sindaco di Treppo Carnico e Presidente della Secab, sull’archivio storico della Coop – Ca, che qui ripredo dal quotidiano locale.

«L’archivio Coopca deve rimanere alla Carnia.

Il patrimonio documentaristico di CoopCa, che abbraccia oltre un secolo di vita sociale ed economica della Carnia, deve rimanere in Carnia: ne è convinto Luigi Cortolezzis, sindaco di Treppo Carnico e presidente di un’altra cooperativa, la Secab che produce e distribuisce energia elettrica nell’alta valle del But. «Non ho nulla contro Omniadoc, la rete di aziende udinese di servizi informatici per enti e imprese pubbliche e private, o altre realtà anche cooperative che si sono offerte di preservare gratuitamente l’archivio storico della cooperativa carnica nei propri depositi, ma ritengo opportuno che questo patrimonio, che rappresenta un secolo di vita dei Carnici, rimanga sul territorio». Il presidente di Secab ritiene fondamentale l’intervento di qualche ente, Comunità montana della Carnia, o una Fondazione creata ad hoc, per mantenere l’archivio sul territorio «accessibile a tutti, studiosi, universitari e anche gente comune. È un bene da valorizzare: non si tratta solo di trovare una giusta collocazione logistica a tutto l’archivio, ma di mantenere vivo questo patrimonio, accessibile a tutti, coinvolgendo pure l’Università di Udine». (g.g.)» (Gino Grillo, L’archivio Coopca deve rimanere alla Carnia, in: Il Messaggero Veneto, 18 settembre 2015).

Potrebbe Secab accomunarlo al suo?

Laura Matelda Puppini

Sul Messaggero Veneto di oggi, 4 settembre 2015, compare un articolo, firmato da Giulia Zanello, intitolato: “Azienda si offre per custodire l’archivio CoopCa”, in cui si legge che Omniadoc, realtà ben conosciuta anche in regione, e che gestisce pure, fisicamente, la conservazione dei documenti cartacei per imprese pubbliche e private, si è offerta di preservare, a titolo gratuito, nei propri depositi, l’archivio CoopCa, per la parte di valore storico, ed ha già preso contatti in tal senso.

Questa notizia mi conforta perchè mio è l’appello, “Salviamo l’archivio storico della Cooperativa Carnica”, ripreso da Lodovica Bulian nel suo: ” Salvate l ‘archivio CoopCa è un patrimonio di tutti”, in Messaggero Veneto, 28 agosto 2015, e pubblicato dallo stesso quotidiano come mia lettera al direttore, il 31 agosto 2015, e pubblicato pure sul sito: http://www.storiastoriepn.it/  dal dott. Gian Luigi Bettoli, ed a cui rimando.

Laura Matelda Puppini

https://i2.wp.com/www.nonsolocarnia.info/wordpress/wp-content/uploads/2015/09/28-agosto-2015-messaggero-v-appello-per-salvare-archivio-coopca221.jpg?fit=1024%2C989https://i2.wp.com/www.nonsolocarnia.info/wordpress/wp-content/uploads/2015/09/28-agosto-2015-messaggero-v-appello-per-salvare-archivio-coopca221.jpg?resize=150%2C150Laura Matelda PuppiniSEGNALAZIONIIn data 18 settembre 2015 il Messaggero Veneto ha pubblicato un breve articolo di Gino Grillo che riporta  il parere di Luigi Cortolezzis, sindaco di Treppo Carnico e Presidente della Secab, sull'archivio storico della Coop - Ca, che qui ripredo dal quotidiano locale. «L’archivio Coopca deve rimanere alla Carnia. Il...INFO DALLA CARNIA E DINTORNI